Lunga vita alla batteria!

batteryLe batterie degli smartphone sono spesso la nota dolente nell’uso quotidiano.
A volte basta poco per migliorare la situazione. Ecco alcuni suggerimenti più o meno validi per salvaguardare la durata della propria batteria:

  1. Disattivare il WiFi quando non si è in un luogo a connessione buona e certa. Se il WiFi è attivo lo smartphone cerca continuamente una rete wifi accessibile nella zona e la ricerca consuma molta energia. Al contrario invece, se si è in un luogo a connessione certa (casa propria, ufficio, casa di amici, openWifi): in questo caso lo smartphone si collega, smette di effettuare ulteriori ricerche e da quel momento in poi utilizzerà il wifi al posto della rete dati-cellulare.
  2. Evitare di esporre lo smartphone al calore.
  3. Effettuare scariche parziali. A differenza delle batterie al nichel cadmio, le batterie agli ioni di litio non hanno quasi per nulla l’effetto memoria. Ciò significa che i cicli di scarica completa non sono necessari, ma anzi controproducenti.
  4. Non scaricare completamente la batteria. La durata della batteria si accorcia ogni volta che viene scaricata completamente. Così, invece di scaricare allo 0%, le batterie agli ioni di litio traggono giovamento quando le si scarica per un po ‘(scarica superficiale), per poi rimetterle subito in ricarica.
  5. Evitare di sovraccaricare il telefono. La batteria potrebbe danneggiarsi lasciandola in ricarica molto oltre il necessario. 
  6. Disattivare il Bluetooth quando non è necessaria. Questo eviterà che il telefono controlli continuamente se ci sono nelle vicinanze dispositivi Bluetooth che richiedono il collegamento.
  7. Non usare mai uno smartphone che risulta caldo al tatto. Le batterie surriscaldate possono causare lesioni gravi. Inoltre, se il telefono risultasse caldo durante la ricarica, scollegarlo immediatamente.
  8. Una volta al mese scaricare la batteria quasi completamente (diciamo al 10% della sua capacità). Seppur l’effetto memoria è minimo, una volta al mese riduce ulteriormente questa eventualità.
  9. Un segnale basso (Low cell signal) consuma tantissima batteria! Quando si è in una zona con segnale scarso o assente il telefono cerca costantemente una migliore connessione, e usa tutta la sua carica per farlo.
  10. Ridurre l’uso della funzione di vibrazione dello smartphone. La vibrazione utilizza la batteria. 
  11. Impostare un timeout di retroilluminazione breve inquanto ovviamente la retroilluminazione utilizza molta batteria.
  12. Evitare sfondi animati. Gli sfondi animati fanno  lavorare molto il processore, e quindi consumasi scaricherà la batteria più velocemente.
  13. Fare un uso consapevole della fotocamera, in particolare del flash, e della connessione a internet: queste funzionalità consumano moltissima batteria.
  14. Ridurre la luminosità dello schermo.
  15. Optare per uno sfondo nero uniforme.
  16. Utilizzare prevalentemente la connessione WiFi piuttosto che quella dati-cellulare.
  17. La sincronizzazione automatica può essere disattivata. Serve per la sincronizzazione in tempo reale di Google come Gmail, Google contatti, ecc. ma nel momento in cui non si necessità di queste funzionalità conviene disattivarla
  18. 3G/4G consuma più energia di 2G. Quando non è necessaria la connessione dati si può optare per la rete 2G.
  19. Chiudere le applicazioni non in uso. Le applicazioni in background consumano batteria.
  20. Disattivare le notifiche Push delle applicazioni social. 
  21. Evitare widget non necessari. Solo perché sono piazzati nella Home, anche se apparentemente inattivi, non significa che non stiano facendo lavorare il processore o la connessione. 

Leave a Reply